Recensione Apple iPhone 15: pro e contro

Sotto vari punti di vista, la diffusione di una nuova generazione di Apple Iphone è così impattante da influenzare in modo sempre difficilmente prevedibile nei confronti dell’intero contesto smartphone. In buona parte è stato così anche con l’uscita di Apple Iphone 15, che è stato naturalmente soggetto di numerose tipologie di recensione. L’Apple IPhone 15 rispetta oggi gli standard “giusti”?

Apple iPhone 15: dimensioni e design

Forma più arrotondata e quindi leggermente più ergonomica per quello che in minima parte resta la versione “moderna” dei vecchi Iphone compatti. Poco più di 170 grammi di peso, per 147.6 x 71.6 x 7.8 di dimensioni rendono il dispositivo sicuramente importante nel “feeling”. La confezione comprende solo il dispositivo ed il cavo USB, per la prima volta della generazione di Iphone di tipo C. Buona la certificazione IP68, che permette una imperemabilità dell’acqua fino a mezz’ora.

Apple iPhone 15: display

Tirata d’orecchi ad Apple per una delle principali mancanze oramai non più considerabile da smanettoni: su un dispositivo che è uscito a fine 2023 e che viene “di base” venduto a poco meno di 1000 euro, il frame rate da soli 60 hertz è a dir poco considerabile un difetto. Di contro però il pannello resta di ottima qualità essendo un Super Retina XDR di tipo OLED ed è luminoso circa due volte la serie precedente arrivando a 2000 nits come picco massimo. Sparisce la dynamic island in favore del notch.

Il pannello da 6.1″ con risoluzione 1179 x 2556 pixel, 461 PPI permette senza problemi l’uso ad una sola mano.

Apple iPhone 15: connettività

Completa la connettività, il dispositivo gira praticamente sempre bene, presente naturalmente il 5G, WiFi6, Bluetooth 5.3 ed il sensore NFC per i pagamenti elettronici con Apple Pay. Il sistema nativo è iOS 17, con la promessa di almeno 5 anni di aggiornamenti major come da tradizione Apple. Il sistema è decisamente migliorato ed è più affidabile dal punto di vista delle applicazioni. Doppia SIM disponibile con il supporto ESim.

Apple iPhone 15: processore e memoria

Il nuovo processore applicato anche al 15 “base” è l’A16 Bionic già presente sui precedenti top di gamma di Apple, che quindi conferma uno step in termini di rapidità ed affidabilità. La memoria è da 6 GB, tagli di “spazio” da 128, 256 o 512GB. A meno che non ne facciamo un utilizzo lavorativo o molto “strong” le differenze però di sensazione di prestazione sono solo relative.

Apple iPhone 15: camera

Miglioramenti percepibili invece rispetto al 14 dal fronte camere, con la principale che “va” da 48MP con apertura f/1.6, la seconda ultra-grandangolare da 12MP e la selfie cam sempre da 12. Le prestazioni sono molto buone, quindi adatte a praticamente ogni forma di utilizzo, con una ottima definzione in praticamente ogni caso. Non raggiunge gli standard cameraphone dei “fratelli maggiori” data l’assenza di uno zoom ottico.

Apple iPhone 15: autonomia

3.349mAh di batteria ma comunque decisamente interessante la capacità di arrivare fino a sera senza dispositivo scarico. Arriva fino al 20 % con un utilizzo medio, ricarica che permette con un alimentatore adeguato di ricaricarlo al 100 % in circa un’ora, disponibile anche la ricarica wireless a 15 Watt.

Apple iPhone 15: conclusioni

Sicuramente vale la spesa, soprattutto se la nostra intenzione è tenerlo diversi anni. Il problema vero, perchè i miglioramenti ci sono, è legato allo schermo, non in quanto a qualità ma come assenza di refresh rate aggiornato, ma se “arriviamo” dagli altri Iphone la differenza è abbastanza risibile.